giovedì 19 maggio 2011

Dr.Morgue su Comicus.it


Segnaliamo inoltre anche il forum di questo portale sui fumetti, dove Francesco Bonanno ha aperto una discussione riguardante il Dr.Morgue e le sue uscite, alcuni lettori si confrontano con critiche, dubbi e qualche novità, a questo link.
Yoric Malatesta è un diverso; è affetto da sindrome di Asperger, una forma di autismo "ad alto funzionamento". Il suo quoziente intellettivo è sopra la media, eppure a causa del suo disturbo è uno scorbutico incapace di relazionarsi con il prossimo: “un mostro incomprensibile”, verrebbe da direbbe alla Blaise Pascal, e dunque emblema dell’uomo nella sua squisita complessità. 
Rita Porretto e Silvia Mericone dimostrano che la lista degli investigatori tipo, di quelli che funzionino nella fiction, non è esaurita: c’è ancora spazio per questo Dr. Morgue (dottor Obitorio). Il suo protagonista infatti svolge il mestiere di “coroner”, ovvero di medico legale, perito della polizia in casi di morti sospette, nella città canadese di Montreal. Yoric è una personaggio spigoloso e ruvido per per i comprimari della storia così come per il lettore. 

Sembra accusare una particolare ostilità verso le donne, anche se in generale le sue relazioni sociali sono pressoché nulle, ma mostra un interesse particolare nei confronti di una prostituta sua amica; è freddo e duro verso il prossimo, ma il nostro “spaccamorti” sembra avere un dialogo e una sensibilità speciale verso i cadaveri; gli esseri umani vivi non suscitano in lui praticamente alcun interesse e sentimento, ma una volta inerti e svuotati dell’alito vitale diventano un libro aperto e degni di un rispetto e di un tatto inusuali da parte del protagonista. 

Un altro eccellente progetto nasce e decolla in Star Comics, almeno a giudicare dal primo numero. Un albo che ci offre un noir a tutti gli effetti, ambientato in Canada, come anticipato, e incentrato su delitti ed esecuzioni di matrice antica, le impiccagioni, con una disquisizione colta e intrigante sui nodi scorsoi. 

Ottimi il soggetto e la sceneggiatura, coadiuvati dai disegni e alle tavole ficcanti di Francesco Bonanno, autore del progetto assieme alle due scrittrici. 

Peccato per l’uscita bimestrale e la miniserie annunciata di sole sei uscite. Per il resto il lettore gode e il fumetto italiano ringrazia.

Nessun commento: